Abbazia di Novacella

La cantina dell’Abbazia di Novacella è annoverata tra le più antiche attive del mondo. Già all’epoca della sua fondazione, Novacella fu generosamente dotata da Reginbert di Sabiona di masi poderi, tra cui anche vigneti. Già nel 1177 da papa Alessandro III fu riconosciuto al monastero il possesso dei vigneti nelle vicinanze. Attraverso donazioni, fondazioni, acquisti e scambi, l’Abbazia accumulò considerevoli possedimenti di vigneti, da cui è circondata fino ai nostri giorni. Dal fondo valle (600m s.l.m.), si elevano su ripidi pendii fino a 900 metri. All’inizio dell’Ottocento, con la secolarizzazione, il monastero perse una parte dei vigneti, da allora fino ad oggi, tuttavia, i contadini usano consegnare la maggior parte delle uve all’Abbazia, dove vengono lavorate per ottenere vini eccellenti.

Reperti archeologici testimoniano che sui pendii protetti della Valle d‘Isarco da più di 2500 anni si coltiva la vite. Ancora oggi, dai molti muri a secco costruiti per attenuare la pendenza del terreno, si può intuire l’immane fatica impiegata per impiantare i vigneti.

I vini

Ohm

Uve: Bronner

Vino bianco. Mitterberg IGT

Ohm, vino dal nome evocativo che rimanda direttamente al concetto di resistenza, rappresenta la nostra prima esperienza con vitigni resistenti. Varietà a maturazione tardiva, la Bronner è ideale per il nostro caldo vigneto dell’Oltradige, ne scaturisce un vino di media struttura con un‘acidità vivace.

Zona di produzione: Marklhof, Appiano
Altitudine: 400m
Tipo di terreno: depositi morenici permeabili su una base porfirica

Fermentazione: in acciaio
Maturazione: 6 mesi
Maturazione in bottiglia: 1 mese

Alcool svolto: 12% vol.
Acidità: 7,1 g/l
Estratto secco netto: 21 g/l
Zuccheri residui: 3,0 g/l

Abbazia di Novacella, Via Abbazia 1, Varna (BZ) – https://www.kloster-neustift.it/it/cantina-dellabbazia/

Clicca sulla mappa per visualizzarla su Google Maps
Translate »