Tre 2020, Filanda de Boron

3 is a magic wine

Storia, passione e innovazione caratterizzano questo vino bianco di Filanda de Boron. Azienda storica posta ai piedi del Parco Adamello Brenta nel comune di Tione di Trento. L’antica filanda di fine ‘700 è arrivata ai Boron nei primi anni del ‘900 dopo vari passaggi di proprietà. Il presente è fatto dalla quinta generazione dei Boron che attraverso la passione di Nicola e della sua famiglia, portano avanti Azienda agricola, Cantina e Agriturismo. Il futuro ha le radici nella scelta innovativa di coltivare varietà resistenti a circa 600 m di altitudine e fare una viticoltura sostenibile con zero trattamenti.

Il 3 che vi presento è un vino bianco macerato, un orange wine, non filtrato. Le uve di Souvignier Gris vengono macerate e affinate per 10 mesi in anfore di terracotta. Ha ricevuto la gran medaglia d’oro ai Piwi Award 2020 con 96 punti, miglior vino bianco italiano tra i partecipanti al concorso. 

Profuma di resine e albicocche candite che tornano nel palato con sentori agrumati d’arancia e zafferano. Ampio e minerale si espande con eleganza. Mostra un grande equilibrio tra acidità e morbidezza glicerica ed alcolica (13%).  Un vino “magico” che sembra uscito da una leggenda di montagna. Si allunga su aromi delicati che mi ricordano il fiore di camomilla e le caramelle Frizzy, le ricordate? quelle che frizzavano sulla lingua. Un macerato di grande pulizia e compostezza. Non è facile fare un buon macerato, spesso gli aromi sono grevi e rustici. Nel 3 di Filanda de Boron tutto è dosato con precisione senza eccedere nell’estrazione. Ottimo davvero. Lo suggerirei per un aperitivo informale, insieme a formaggi stagionati. L’annata degustata è la 2020, bottiglia nr. 56. 

Milano 31 gennaio 2021, saluto la zona Arancio con un grande vino.

Azienda Agricola Filanda de Boron, Nicola del Monte, Via Pozedine 5, Tione (TN) – sito web